Escursione sull’Alpe: il periplo dell’acqua

Escursione sull’Alpe: il periplo dell’acqua

Il periplo dell’acqua

Un sabato dedicato alla natura

PRENOTAZIONI ENTRO GIOVEDì 30 GENNAIO ORE 21:00.
L’EVENTO AVRA’ LUOGO SOLO CON IL RAGGIUNGIMENTO MINIMO DI 10 PARTECIPANTI.

– ORARIO E LUOGO DI PARTENZA: ORE 8:30 PARCHEGGIO GALA A SUBBIANO
– ORARIO RIENTRO PER PRANZO A CASA TAVERNI: 13,00 CIRCA
– QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 8 € GUIDA AMBIENTALE + PRANZO MENU’ FISSO 17 €, PER UN TOTALE DI 25 €.
– DISLIVELLI, LUNGHEZZA E DIFFICOLTÀ : 320 MT IN SALITA E IN DISCESA CIRCA 10 KM AD ANELLO T/E TURISTICA/ESCURSIONISTICA
– EQUIPAGGIAMENTO: SCARPE DA TREKKING OBBLIGATORIE, ABBIGLIAMENTO ADEGUATO ALLA STAGIONE,SCORTA D’ACQUA.
– DIRETTORE DELL’USCITA: DONATO CAPORALI
– POSSIBILITA’ DI CAMMINARE COL PROPRIO CANE TENUTO A GUINZAGLIO E CONTROLLATO

ATTENZIONE: IN CASO DI FORTE MALTEMPO L’USCITA VERRA’ ANNULLATA.

L’escursione avrà inizio presso Casa Taverni, già da questo punto sarà possibile una panoramica verso Sud-Ovest/Ovest che ci permetterà di capire il nome dei rilievi visibili dall’Alpe di Catenaia in tale direzione. Da Casa Taverni, la cui nascita è avvolta nella leggenda, prenderemo il sentiero 04, che ci porterà in salita al sulla strada panoramica più alta di Catenaia. Presso Casa Taverni vi è Fonte Bettina, una sorgente recentemente restaurata.
Rispetto alla classica escursione, che normalmente da questo punto conduce ai Prati della Regina, volendo far conoscere aspetti meno conosciuti, ma soprattutto mostrando i più importanti rilievi visibili da quella che Fatucchi definì “la più grande montagna sacra degli aretini”, ci dirigeremo verso “La Via degli inglesi”.
Giunti nei pressi del trivio del Monte Filetto alla ricerca delle più importanti sorgenti dell’Alpe svolteremo verso la Greppa dei Ciuffi, e nella valle del Cerfone potremo ammirare la Fonte delle Sette Vene, che custodisce i ruderi di un opera Dei contrabbandieri di polvere da sparo, che stranamente è in questo versante della montagna, ben più diffusa invece tra i boschi e le sorgenti tra l’Eremo della Casella e Chitignano.
Giunti alla Greppa dei Ciuffi, luogo da cui in giornate particolarmente terse si può vedere fino al Gran Sasso d’Italia, ci dirigeremo verso “La Faggeta” e Fonte Galletta, sorgente a cui si dissetò San Francesco. Lontani sono i tempi in cui con il turismo climatico questo piccolo paesino era una ridente località di montagna.

Il percorso ci porterà poi verso il lato Nord/Nord-Est di Catenaia, con il Lago di Montedoglio, il Monte Fumaiolo e La Verna sullo sfondo, fino a Fonte al Baregno, la più celebre e conosciuta sorgente dell’Alpe di Catenaia, dove scopriremo perché porta tale nome.
Infine lieve discesa e pochi chilometri verso Casa Taverni e l’arrivo per lauto pranzo.

Per chi lo desidera, c’è anche la possibilità di dormire in uno dei due nostri appartamenti, immersi nel silenzio del bosco, per risvegliarsi coccolati dai nostri dolci e dalle nostre marmellate fatti in casa.

Chiamateci o scriveteci al 3407197880 oppure scrivete a casataverni@gmail.com per ulteriori informazioni e per prenotare!

Scoprite gli appartamenti